“Dopo 40 anni finalmente Carlo Carvaglio rivede la luce del sole. Si era stancato di restare chiuso in un caveau con altri 909 personaggi, tutti benefattori come lui. Un tempo , molti anni fa, il suo quadro veniva portato all’aria aperta, veniva esposto ogni due anni in occasione della Festa del Perdono. C’era un gran viavai sotto i portici dell’antica Ca’ Granda e una città intera passava ad ammirare una delle più belle e preziose  collezioni di ritratti. E’ pur vero che ogni tanto pioveva e magari tirava anche il vento, alcune volte faceva freddo altre caldo, le tele ne risentivano, però quelle giornate di libertà erano impagabili. E quanto orgoglio essere ammirato dai signori “bene” di Milano.  Qualcuno guardandolo, prendeva ispirazione per un bella donazione all’Ospedale, così il quadro poteva averlo anche lui. E le dame ingioiellate portavano le amiche  sotto il proprio ritratto, guarda come sono stata generosa,  guarda l’artista come mi ha fatto giovane, guarda il vestito e gli ornamenti! “

Fino al 1979 questa sorta di biennale d’arte nei portici della Ca’ Granda era proseguita senza intoppi, ad eccezione degli anni della guerra, quindi era seguita la grande mostra a Palazzo Reale nel 1981, poi più nulla. Per anni si è parlato di ripristinare questa antica usanza, ma poi alla fine non se ne è fatto nulla. Ultimamente si parlava di una mostra permanente che comprendesse tutti i ritratti dei Benefattori. Questa è la volta buona. Il 25 marzo è stato inaugurato il percorso museale in occasione della Festa del Perdono. Dal  26 è aperto al pubblico gratuitamente dal lunedì al sabato. Il percorso museale chiamato ” I tesori della Ca’ Granda” raccoglie i ritratti dei benefattori della Ca’ Granda  e con essi verrà raccontata la storia di Milano e di questa antica istituzione. Su 6 sale espositive oltre ai ritratti saranno esposti anche busti di marmo, e in bella mostra anche gli strumenti  chirurgici che i medici hanno utilizzato nel corso degli anni passati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.