Bergamo, li 29.04.2019.

Si comunica quanto presentato alla conferenza stampa dell’iniziativa con cui Bergamo partecipa al calendario nazionale delle celebrazioni di Leonardo da Vinci, lunedì 29 Aprile 2019 alle ore 11.30 presso la Presidenza della Provincia di Bergamo in Via Tasso.

L’Associazione Amici delle Mura di Bergamo, su sollecitazione dell’Ufficio Cultura della Provincia di Bergamo e del consigliere con delega alla Cultura del Comune di Bergamo, organizza una giornata di studi su “Leonardo da Vinci e l’umanesimo scientifico filosofico e artistico” in data giovedì 2 Maggio 2019, a 500 anni della morte dell’artista. Il convegno, riconosciuto nel programma nazionale delle celebrazioni di Leonardo e qualificato anche da un carattere di internazionalità, si terrà a Bergamo, nella Sala Ermanno Olmi della Provincia in Via Sora 4, dalle ore 9 alle ore 14, con ingresso libero.
Al convegno seguirà una conferenza in data venerdì 3 maggio 2019, dalle ore 17 alle 19, nello Spazio Viterbi della Provincia di Bergamo. Sarà una visita guidata attraverso immagini e riferimenti cartografici e immagini satellitari dei siti specifici leonardeschi della Bergamasca e contigui, con la proposta di un’esperienza formativa di lettura del territorio per le stesse Guide turistiche. Interverranno: il prof. Rolando Bellini dell’Accademia di Belle Arti di Brera – Milano, il dott. Paolo Moschini e la dott.ssa Laura Ciccarelli del Gruppo Guide AGIAT, il prof. Giovanni Dal Covolo del Gruppo Guide Città di Bergamo e la dott.ssa Rita Mulas del Biodistretto del Montalbano e Associazioni (luoghi di Leonardo) in collaborazione con le associazioni bergamasche e il Master San Vigilio.
L’iniziativa è organizzata dall’Associazione culturale Amici delle Mura di Bergamo, con il patrocinio, la collaborazione e il contributo della Provincia di Bergamo, con il patrocinio e la collaborazione di Comune di Bergamo e Sistema Bibliotecario Urbano, con il patrocinio di Regione Lombardia, Università degli Studi di Bergamo, Confederazione Superiore Enti di Alta Formazione Universitaria (CSEDiAFU), Università degli Studi dell’Insubria e Centro Internazionale Insubrico, Csa-Ral e media Partner (Regioni Autonomie Locali Associazione Sindacale).

La curatela scientifica del convegno è affidata allo storico dell’arte prof. Rolando Bellini.

Interverranno esperti di Scienze applicate, di Filosofia e di Storia dell’arte al fine di delineare con un approccio tanto specialistico quanto divulgativo la poliedrica eredità di Leonardo, presentando approfondimenti di ottica, diagnostica, geometria e matematica, filosofia della scienza, storia dell’arte e mitopoiesi di Leonardo, economia applicata all’arte, considerando anche aspetti tecnici come quelli di autenticità, attribuzioni e valutazioni.
Elenco dei relatori:
prof. Pier Enrico Gallenga – Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio”, Chieti
prof. Luigi Capasso – Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio”, Chieti
prof. Fabio Minazzi – Università degli Studi dell’Insubria e Centro Internazionale Insubrico, Varese – Como (membro del comitato scientifico nazionale per le celebrazioni del 500° di Leonardo da Vinci)
prof. Rolando Bellini – Accademia di Belle Arti di Brera, Milano
prof. Giovanni C.F. Villa – Università degli Studi di Bergamo
prof. Davide Fabbro – Confederazione Superiore Enti di Alta Formazione Universitaria (CSEDiAFU), Milano
dott.ssa Erica Tamborini – CSEDiAFU, Milano
prof. Gino Tarozzi – Università degli Studi “Carlo Bo”, Urbino e Fondazione Pedretti, Vinci
prof.ssa Silvia Tagliagamba – Università degli Studi “Carlo Bo”, Urbino
prof. Marco Marinacci – Università eCampus, Novedrate – Roma (intervento in atti del convegno)
prof.ssa Irina D. Costache – California State University, Channel Island – Broome Gallery Coordinator (intervento in atti del convegno)

Il Convegno del 2 Maggio 2019 si svolgerà dalle ore 9.00 alle ore 14.00 (con pausa caffè), in modo da risultare vario e dinamico, oltre che non solo per addetti ai lavori, e si chiuderà con una tavola rotonda moderata da Elisabetta Calcaterra, giornalista d’arte.
Gli atti del convegno del 2 Maggio 2019, comprensivi di relazioni della conferenza del 3 Maggio 2019 e di corredo iconografico tratto dalla mostra fotografica documentaria, saranno pubblicati e verranno anche divulgati online sul sito internet della Provincia di Bergamo.
L’intento di ricordare il 500° dalla morte di un maestro dell’arte italiana quale Leonardo anche a Bergamo, ha reso fondamentali una rosa qualificata di relatori, con esperienza in merito al tema e qualità divulgativa, e un taglio peculiare: “Il convegno internazionale di studi intende suscitare un confronto dialettico fra differenti approcci disciplinari alla figura e all’opera di Leonardo da Vinci – spiega il curatore scientifico del convegno Rolando Bellini -, cercando di lumeggiare i caratteri affatto particolari della sua ricerca artistica, scientifica, filosofica e letteraria in parte calata entro il proprio tempo e in altra parte proiettata verso remoti e futuri orizzonti, per un ripensamento critico del suo poliedrico lascito. Un lascito incardinato sul nesso arte – scienza, secondando una concezione oggi di scottante attualità e di secondante riferimento per le criticità contemporanee. I diversi relatori, invitati a partecipare alla giornata di studi – rivolta pure e particolarmente alle scuole di Bergamo, implicando segnatamente docenti e discenti delle scuole superiori che affrontano la delicata fase di transizione dalla formazione scolare alla successiva formazione terziaria – affronteranno differenti aspetti allo scopo di ricomporre i molteplici profili leonardeschi e la vitalità del lascito filosofico, artistico, scientifico e letterario di Leonardo. Una molteplicità che, in effetti, se assunta in questa angolatura interdisciplinare può proporsi a tutti, ma soprattutto ai discenti d’età scolare e universitaria, con un arricchimento problematico in più di un senso, concorrendo altresì a chiarire a ognuno, attraverso una ricercata oggettività conoscitiva, i contesti con cui misurarsi oggi e domani”.

Ecco perché il convegno, seppur rivolto a tutti gli interessati, “privilegia” da un lato i cittadini e i residenti in Bergamo e nella Bergamasca e dall’altro i giovani studenti delle scuole medie superiori e gli universitari di ogni facoltà e indirizzo, e all’uopo propone una fattiva collaborazione con le istituzioni di riferimento. Per esempio, a Novembre 2019, nella Sala Manzù della Provincia in Passaggio Sora a Bergamo, l’Associazione Amici delle Mura di Bergamo allestirà una mostra con opere di allievi delle scuole medie superiori dedicate a Leonardo da Vinci.

Grazie per la cortese attenzione, cordiali saluti,
il presidente dell’Associazione Amici delle Mura di Bergamo
ing. Franco Meani

Amici delle Mura di Bergamo
Via Partigiani, 8 – 24121 Bergamo – Tel. 035-27.05.12
info@amicimurabergamo.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.